Il 2017, un anno di crescita ed esperienze.

Giunti alla conclusione di questo 2017, come ogni anno, è tempo di considerazioni e resoconti. Abbiamo vissuto insieme questi 365 giorni, colmandoli con 180 post ufficiali e 1200 stories sul profilo Instagram, sostenendo interviste ed aprendo un Blog. In 12 mesi siamo passati da 16000 a quasi 31000 e per tutto questo non posso che dirvi GRAZIE.

Verso un Meraviglioso e Magico nuovo Viaggio.
Verso un Meraviglioso e Magico nuovo Viaggio.

Qualcosa se ne è andato, qualcosa è restato e qualcosa è arrivato! Va così ogni anno. C’è chi arriva e c’è chi parte ed alla fine, ognuno tira le proprie personali conclusioni. Leggi tutto “Il 2017, un anno di crescita ed esperienze.”

Condividi questo articolo via

Il simbolo dell’àncora come valore di vita

Un Simbolo, una Figura, un’Immagine, un’Emblema! Vi siete mai chiesti quali siano le motivazioni per cui vi sentiate particolarmente vicini a determinati oggetti? Semplice, essi parlano di noi, della nostra vita! Ci descrivono, ci presentano al Mondo e ci rappresentano nel profondo, nonostante a volte non ce ne rendiamo conto.

Bracciale Paul Hewitt, modello Phreps in pelle, colore Bordeaux.
Bracciale Paul Hewit, modello Phreps in pelle, colore Bordeaux.

Incuriositi dall’utilizzo ricorrente, del simbolo dell’àncora , come emblema distintivo nei miei canali Social, alcuni di voi mi hanno chiesto quali siano le motivazioni del legame a questa Figura. Leggi tutto “Il simbolo dell’àncora come valore di vita”

Condividi questo articolo via

Raccontarsi per conoscermi meglio.

Raccontarsi e parlare di sé non è mai semplice. Rischi di sopravvalutarti o sottovalutarti, uscendo così dai binari dell’obiettività. Cercherò di definire, in questa breve presentazione, la mia identità, con pregi e difetti rendendomi disponibile a chiarire ogni eventuale domanda o curiosità a completamento della mia descrizione.

Cerco L'Infinito, puntando l'orizzonte.
Cerco L’Infinito, puntando l’orizzonte.

Ciao a tutti, e grazie di cuore per essere giunti fino a qui.
Mi chiamo Nicholas, ho 24 anni e sono nato e cresciuto in un piccolo paese in prossimità del Lago d’Iseo. Mi reputo un ragazzo “diverso” rispetto al canonico 24enne italiano. Ho sempre avuto un modo strano di vivere la mia età, di vedere le “cose” e di concepire il senso di responsabilità. La famiglia sta alla base della mia quotidianità, è il mio pilastro portante. Con loro condivido iniziative ed esperienze, mi confronto e cerco conforto nei momenti di difficoltà. Sono profondamente fiero della persona che sono oggi e penso che il merito sia soprattutto di chi amorevolmente mi ha cresciuto ed educato. Leggi tutto “Raccontarsi per conoscermi meglio.”

Condividi questo articolo via